Batterie Secondarie

Batterie Secondarie

Cosa sono le batterie secondarie e le tipologie

Come si chiamano le batterie ricaricabili? Tutte le batterie ricaricabili sono batterie secondarie che comprende sia le batterie litio ricaricabili sia le batterie al nichel e altre chimiche. Ricaricabile possono perdere e riacquistare la carica ripetutamente. Secondarie indica che: la loro reazione chimica si attiva per produrre energia e viene riattivata ricaricando la cella con il suo caricabatterie adatto, la riattivazione della chimica interna permette alla batteria secondaria di riprodurre nuovamente energia ed è possibile ricaricarla molte volte; la quantità delle volte in cui è possibile ricaricare la batteria secondaria dipende sia dalla chimica che da altri fattori esogeni.

La batteria secondaria ricaricabile si carica e scarica continuamente, fino a che la reazione chimica si esaurisce e la cella non sarà più utilizzabile.

Le chimiche utilizzate nelle batterie ricaricabili sono molte, il litio rimane l’elemento più utilizzato ed esistono tipi diversi di batterie ricaricabili, nelle pagine specifiche del sito tecnobattery abbiamo parlato delle batterie secondarie o batterie ricaricabili differenziandole per la loro chimica, per i vari utilizzi e per la durata della vita attesa.

Le batterie secondarie e batterie primarie differenza

Al contrario delle batterie primarie, riattivandosi la carica hanno bisogno ogni volta di essere ricaricate con uno specifico caricabatterie e a seconda della tipologia possono scaricarsi totalmente o dobbiamo evitare la completa scarica; cambia anche la durata della vita di ciascun tipo di accumulatore ricaricabile. Un’altra differenza dalle batterie primarie è che la batteria secondaria ha un’auto scarica più veloce (lasciata inutilizzata perde un tot di percentuale di carica in un determinato periodo). Di certo la qualità e le varie componenti che agiscono sulla carica e la scarica fanno la differenza e vanno a modificare queste caratteristiche.

Differenza tra le batterie al litio ricaricabili e batteria al piombo

Rispetto alle tradizionali batterie al piombo, sono più compatte e leggere ed hanno, alcune chimiche, cicli di carica/scarica più elevati prima di intaccare la propria efficienza. Possono essere scaricate completamente (vedi le LiFePo4 o le litio ioni), mentre nelle batterie al piombo è consigliato scaricarle in una percentuale ben precisa, ma mai scaricarla completamente. Certamente ogn’una ha delle caratteristiche ben precise, come potenza, scariche profonde, resistenza a determinate temperature o a determinati ambienti, prestazioni che sono destinate ad un determinato tipo di device.

Il nostro team aiuta nella scelta della tipologia appropriata di batterie ricaricabili al litio secondarie a seconda dell’uso e delle caratteristiche che vengono richieste dalle aziende; spesso per la personalizzazione della batteria richiesta creiamo un pacco batteria ricaricabile specifico, con connettori, BMS, PCM e certificazioni apposite.

Tipologie di batterie al litio ricaricabili e Nichel

I nostri modelli di batterie ricaricabile al litio o Nichel sono principalmente divisi in base alla chimica e alla tipologia di cella.

Clicca sopra ciascuna tipologia per conoscere ed approfondire le principali caratteristiche di ciascuna batteria ricaricabile.

Batterie secondarie al Litio varie tipologie ricaricabili

Applicazioni principali delle batterie secondarie, ricaricabili.

Le batterie litio ricaricabili dette batterie secondarie, vengono utilizzate principalmente nei settori della sicurezza come batterie per allarme ed anche nei rilevatori di fumo. Sono batterie per applicazioni mediche, misurazione del gas (gas meter), per dispositivi di controllo e della gestione a distanza e dell’IoT come le batterie primarie, ma dove è necessario ricaricare il pacco e dove è presente un controllo elettronico.

Utilizzo della batteria ricaricabile al litio

Sono impiegate anche nel campo dell’elettronica e solitamente utilizzate per l’elettronica portatile, per i veicoli elettrici, in applicazioni industriali, settore elettromedicale, militari e aerospaziali. Sono sempre più richieste insieme alle batterie al piombo le batterie al litio per l’accumulo nel fotovoltaico (LiFePO4), UPS etc.

Di grande interesse sono le batterie ricaricabili litio per le macchine elettriche, ed anche in questo caso, ciascuna casa adotta un tipo di batteria diverso.

I pacchi batteria ricaricabili custom sono spesso il nostro principale lavoro. Si sviluppa molto più nella fase della progettazione, realizzazione e scelta dell’accumulatore giusto ed eventualmente dei circuiti giusti, molto importanti per il corretto funzionamento, durata e prestazione della batteria stessa.

Le Batterie secondarie possono essere composte da più celle collegate tra loro, con relative schede connettori o lamelle, definito pacco batteria ricaricabile, questo per aumentare la carica ad esempio, oppure per avere un comportamento di scarica corretto per quel tipo di utilizzo, difatti la maggior parte della nostra produzione, rivolgendosi a professionisti industrie ed aziende, é studiare e creare batterie secondarie custom, assemblate insieme come pacchi batterie ricaricabili, con le schede adatte(BMS) per poter attuare una ricarica ottimale e corrispondenti a funzioni esatte (potenza, tensione, durata) di cui ha bisogno il macchinario dove la batteria verrà inserita.

La stessa soluzione la forniamo anche per pacchi batteria delle celle primarie.

Il termine “accumulatore” si applica solo all’accumulo ricaricabile, quelle comunemente chiamate batterie ricaricabili sono specificatamente accumulatori elettrici o più precisamente elettrochimici. Quando l’accumulatore elettrico è di grandi dimensioni, non trasportabile o complesso, specialmente riferendosi alle grandi reti elettriche e all’immagazzinamento di energia, si tende ad utilizzare l’espressione “sistema di accumulo elettrico”. Wikipedia

Batterie secondarie Ni-Cd, Ni-Mh, Li-Ion, Li-Po, Li-FePo4 incrediblyrespecially

Richiedi scheda tecnica prodotto

inserisci descrizione e/o codice articolo